Test: Philips Digital Voice Tracer 6010

Philips Voice Tracer 6010 - Keyvisual
Philips Voice Tracer 6010

Il Philips Voice Tracer 6010 è stato testato anche in sale conferenze e riunioni più grandi.

Dopo diversi giorni di intenso lavoro e oltre 200 ore di file vocali registrati, posso ora presentare con orgoglio il rapporto di prova sul Philips Digital Voice Tracer 6010 (chiamato anche Philips DVT 6010).

Il produttore descrive il dispositivo in particolare come un compagno affidabile per conferenze, lezioni e interviste. Ha funzioni speciali per il riconoscimento automatico delle distanze dagli altoparlanti, un microfono zoom per filtrare il rumore ambientale e molte opzioni di impostazione.

Alla faccia della teoria e delle frasi di marketing. Ora sto verificando queste promesse.

Dati tecnici del Philips Digital Voice Tracer 6010

Produttore: Philips
Espansione di memoria: Micro-SD (max 32GB)
Durata della registrazione: fino a max. 2.151 ore (memoria interna)
Modalità di registrazione: LP, SP, HQ, SHQ, PCM Modus
Formato di registrazione: MP3/WAV (a seconda della modalità selezionata)
Velocità di trasmissione dati: 8kBit/s – 1.411kBit/s (a seconda della modalità operativa selezionata)
Batteria / Accumulatore: batteria interna ai polimeri di litio ad alte prestazioni
Peso: 84 grammi

Volume di fornitura del Philips Digital Voice Tracer 6010

Philips Voice Tracer 6010 - La consegna include

La fornitura del Philips Voice Tracer 6010 comprende, oltre allo standard, anche un auricolare stereo.

Ricevo il Digital Voice Tracer 6010 solidamente imballato. Il Philips Voice Tracer 6010 non contiene batterie. Per l’alimentazione, utilizza la batteria interna ai polimeri di litio ad alte prestazioni, che può durare fino a 50 ore, a seconda dell’intensità di utilizzo e del tipo di memoria.

Oltre alla macchina dettatrice, Philips comprende anche quanto segue:

  • Guida rapida: anche in questo caso il produttore fornisce le informazioni strettamente necessarie su 6 pagine. Queste vanno dalla registrazione e riproduzione alla connessione al PC. Per istruzioni dettagliate sulle singole funzioni, vi consiglio la versione dettagliata in formato PDF su Internet. È un peccato che su questo punto si risparmi sempre. Tuttavia, si tratta di un fenomeno indipendente dal produttore.
  • Cuffie stereo: Philips offre un set di cuffie stereo semplici ma funzionali.
  • Cavo USB: per trasferire i file vocali al PC. Il cavo è corto, ma comunque migliore e più flessibile rispetto al collegamento del registratore vocale direttamente alla porta USB. Inoltre, la ricarica avviene tramite questo cavo.

Philips non fornisce una custodia adatta per riporre il Voice Tracer fuori dalla scatola, ma è possibile acquistarlo come opzione.

Differenze tra Philips DVT 6010 e Philips DVT 6510: Il fratello maggiore, il registratore vocale 6510 di Philips ha un ricevitore a infrarossi aggiuntivo incorporato sul lato destro. Con il telecomando in dotazione è possibile controllare la registrazione comodamente a distanza (registrazione, pausa, stop). Philips fornisce anche una borsa portaoggetti e un cavo XLR inclusi.

Elaborazione di Philips Digital Voice Tracer 6010

Philips Voice Tracer 6010 - Supporto

Con il supporto pieghevole è possibile posizionare il Philips DVT6010 al centro del tavolo durante le riunioni. La sensibilità del microfono viene regolata automaticamente.

Lo stesso Philips Voice Tracer 6010 sta comodamente in mano con il suo corpo largo circa 4,5 cm. Posso afferrarlo saldamente e anche azionarlo comodamente con una mano sola. Tutti i pulsanti di controllo sono chiaramente etichettati, disposti in modo logico e hanno chiari punti di pressione per il feedback tattile. Ciò è molto utile per quando voglio prendere qualche nota veloce mentre corro.

Ma Philips ha ben attrezzato bene il Voice Tracer anche per la disciplina „conferenza“. Con un piccolo supporto pieghevole, il dispositivo può essere posizionato in modo sicuro sul tavolo tra tutti i partecipanti alla riunione.

Schede di memoria adatte per il tuo Philips Digital Voice Tracer 6010.

Volete elaborare le vostre registrazioni in modo professionale? Consiglio il software di riconoscimento vocale Dragon NaturallySpeaking..

 L’alloggiamento robusto e di alta qualità è realizzato in metallo: superficie nera spazzolata incorniciata da bordi cromati lucidi. La robustezza della lavorazione è impressionante. Durante il periodo di prova ho fatto cadere più volte il Voice Tracer per errore e l’ho anche tenuto insieme alle chiavi in tasca. La superficie e il display hanno mantenuto l’aspetto del primo giorno.

Per il resto, troverete le solite funzioni e connessioni sul lato: presa jack per cuffie e microfono, la porta USB (sul lato inferiore della custodia) e il pulsante di accensione.

È inoltre possibile espandere la memoria interna da 8 GB del Philips Voice Tracer 6010 con una scheda micro SD esterna (massimo 32 GB). La capacità che ne deriva dovrebbe essere sufficiente per i giornalisti che la utilizzano molto. In modalità longplay è possibile registrare fino a 2.151 ore. La modalità PCM (Pulse Code Modulation) di qualità molto più elevata offre 12 ore.

Comodità / Funzionamento del Philips Digital Voice Tracer 6010

Veniamo all’utilizzo. Accendo il Philips Voice Tracer 6010. Dopo un breve avvio, il ricco display a colori lussureggiante (128 × 160 pixel) offre uno sguardo all’interfaccia ordinata e intuitiva. I primi passi attraverso il menu e le funzioni più importanti sono facili e quasi autoesplicativi.

E, naturalmente, con il Philips Digital Voice Tracer 6010, le vostre registrazioni vocali possono anche essere comodamente salvate in varie cartelle per una migliore organizzazione. A tale scopo sono disponibili le cartelle A-D e una cartella musicale.

Philips include anche una funzione di sovrascrittura sul dispositivo, e questo non è scontato. È utile se si vuole rimediare a qualche lapsus. Per aggiungere ulteriori informazioni alla fine della traccia audio, è possibile utilizzare la funzione Aggiungi.

Nessuna modalità di inserimento completo: ma fa attenzione: a non confonderlo con gli inserti. Con il Philips Digital Voice Tracer 6010, le nuove registrazioni possono sovrascrivere i file vocali esistenti o essere aggiunte alla fine. Potete prendere questa decisione da soli nel menu di impostazione. In questo modo Philips non rende obsoleto il formato DSS più flessibile degli altri fornitori, ma offre un’alternativa rudimentale, almeno in certa misura.

Qualità di registrazione da Philips Digital Voice Tracer 6010

Philips Voice Tracer 6010 - Microfono zoom

Philips ha integrato nel suo DVT6010 non solo la registrazione stereo, ma anche un microfono con zoom, che si suppone elimini i rumori di fondo che disturbano.

Philips Voice Tracer 6010 - Impostazioni

Le impostazioni del Philips Voice Tracer 6010 sono varie, utili e facili da spiegare.

La cosa più importante è naturalmente la qualità della registrazione. Il Philips Digital Voice Tracer 6010 registra in stereo, sia come file MP3 (LP, SP, HQ, SHQ) che come file WAV (PCM). Grazie a questi formati compressi, si è deciso di trovare un equilibrio tra la qualità del suono e i requisiti di archiviazione. Nel mio test, questo si traduce in un’impressione molto spaziale in cui le voci sono chiaramente espresse.

Per le situazioni di incontro, Philips ha sviluppato un microfono zoom che filtra i rumori di disturbo durante la registrazione e si concentra sull’oratore. Inoltre, la sensibilità del microfono è controllata automaticamente a seconda che il Voice Tracer sia sul tavolo o nella mano di chi parla durante una riunione.

Durante la registrazione, è possibile attivare la riduzione del rumore tramite le opzioni. Per rimanere sull’esempio di una conferenza, questa funzione è utile se c’è un ronzio dovuto a condizionatori d’aria o un fruscio del proiettore nella stanza. La riduzione del rumore mi ha aiutato anche durante la guida. Tuttavia, in alcune situazioni trovo che il rumore di fondo sia presente nelle mie registrazioni più della media, soprattutto durante le interviste in aree esterne che non sono completamente prive di vento. Altre registratori vocali come il VN-541 dell’Olympus sono un po‘ più avanti.

Doppio ingresso microfono: apprezzabile: Philips ha elaborato il suo piano di lavoro e ha utilizzato due volte l’ingresso del microfono. Se lo si desidera, può essere utilizzato come line-in o mic-in. In questo modo è possibile collegare e digitalizzare facilmente anche fonti esterne.

Tutto sommato, il Philips Digital Voice Tracer 6010 ha una qualità di registrazione decente, specialmente al chiuso con pochi rumori di disturbo. Il suono potrebbe essere un po‘ più naturale, ma in fondo mi piace soprattutto nelle impostazioni più alte (meno compresse) ma comunque buone.

Anche l’ulteriore elaborazione funziona perfettamente. Quando è collegato al PC, il Philips Digital Voice Tracer 6010 viene riconosciuto correttamente e posso accedere ai file vocali. Anche la lettura con il software di riconoscimento vocale, come il Naturally Dragon che ho testato, ha funzionato perfettamente.

Domande frequenti sul Digital Voice Tracer 6010 di Philips

Posso utilizzare il Philips Digital Voice Tracer 6010 per riunioni di grandi dimensioni?
In generale è possibile, ma dipende dal rumore circostante. Per riunioni di grandi dimensioni, è possibile collegare facilmente un microfono per riunioni esterno tramite la porta del microfono. Questo non è incluso nella fornitura, ma si trova a poco più di 100 Euro nella gamma di accessori del produttore.
Cosa significa la presente modalità di registrazione silenziosa sul Philips DVT 6010?
La modalità di registrazione silenziosa è normalmente utilizzata per le registrazioni in incognito: l’apparecchio di registrazione sembra essere spento eppure registra. Sfortunatamente, il Philips Voice Tracer 6010 non è all’altezza del suo nome nel mio test, in quanto il display non si spegne completamente, ma si scurisce soltanto. In questo caso la descrizione nel manuale è in qualche modo fuorviante.

Conclusione:

La conclusione è abbastanza chiara: il Philips Digital Voice Tracer 6010 è orientato verso le classiche situazioni di incontro e colloqui al chiuso. Proprio tali applicazioni il dispositivo offre molte funzioni ben studiate con il microfono zoom, il sensore di posizione e il supporto proprio. La qualità del suono è ampiamente soddisfacente. Per rumori di fondo molto presenti (vento, sussurri) avrei preferito una soppressione del rumore più efficace.