10 cose da considerare quando si acquista una macchina per dettatura

Ci sono molte macchine per la dettatura sul mercato. Basta un solo sguardo a Google per identificare diversi dispositivi con caratteristiche e fasce di prezzo diverse per i principali marchi Grundig, Philip, Sony e Olympus. Inoltre, ci sono anche alcuni produttori meno noti. La scelta non è facile. Ci sono molte cose da considerare quando si acquista una macchina per la dettatura – vi mostreremo quali sono le domande a cui si può rispondere meglio in anticipo e come trovare la macchina per la dettatura giusta per le vostre esigenze passo dopo passo.

1. Analogico o digitale

Kompakte digitale Diktiergeräte dominieren heutzutage das Bild

Kompakte digitale Diktiergeräte dominieren heutzutage das Bild

La domanda fondamentale e fondamentale è dove vengono memorizzate le vostre registrazioni vocali: le macchine di dettatura analogica utilizzano le cassette come supporto di memorizzazione. Le macchine per la dettatura digitale, invece, si basano sulla loro memoria interna, che di solito è espandibile con una scheda di memoria esterna. I dispositivi di dettatura digitale hanno il vantaggio che, a seconda del formato di registrazione, raggiungono una qualità audio più elevata e offrono anche opzioni molto più versatili per l’editing delle registrazioni vocali in un secondo momento.

In un articolo supplementare abbiamo compilato una panoramica dettagliata di tutti i vantaggi e gli svantaggi tra i metodi di registrazione analogica e digitale.

2. Campo di applicazione

È importante anche dove si desidera utilizzare la macchina di dettatura. È più probabile che usiate un registratore vocale che tenete alla bocca per le singole note vocali? Allora è sufficiente un dispositivo relativamente economico, in quanto il microfono non deve essere necessariamente così sensibile. Buoni modelli per questo sono, ad esempio, la macchina di dettatura digitale GHB 8GB.

Per l’uso in ufficio è importante che la vostra macchina dettatrice registri in modo comprensibile anche le conversazioni di più persone a pochi metri di distanza. Per questo è necessario un microfono migliore. Inoltre, una riproduzione veloce e comoda è importante se i memo vocali devono essere digitati in un secondo momento. In questo caso è utile ottenere il software per PC appropriato per l’ulteriore elaborazione. Possiamo raccomandare la macchina di dettatura Olympus DS-2500 per tali scopi.

I giornalisti o gli studenti, invece, tendono ad avere bisogno di macchine per la dettatura leggere e facili da maneggiare. Non sono così ricche di funzioni, ma brillano per il loro peso ridotto e la buona ergonomia.

Potete anche entrare nel dettaglio nella nostra guida all’argomento: „Campi di applicazione per le macchine di dettatura“.

3. Chiavetta USB, registratore vocale o una vera e propria macchina per la dettatura?

Dopo aver preso la prima decisione, si dovrebbe pensare agli scopi del dispositivo. Volete usarlo per registrazioni occasionali, riunioni di registrazione o anche per registrazioni segrete? Si consiglia quindi una chiavetta USB con funzione di registrazione. Questi sono economici, pratici da usare, e di solito possono essere usati come alternativa alla chiavetta di memoria – ma non offrono alcuna funzione aggiuntiva. Abbiamo messo alla prova alcune chiavette USB per voi: i nostri vincitori del test le ricevono in questa panoramica.

Diktiergeräte verfügen über viele unterschiedliche Aufnahmemodi und Funktionen

Le macchine dettatrici hanno molte modalità di registrazione e funzioni diverse

Le interviste, le conferenze e i seminari si registrano al meglio con un registratore vocale. Questi modelli sono già dotati di funzioni di riproduzione e di editing iniziali e di solito hanno modalità di registrazione diverse. Più professionali sono i classici registratori vocali, che vanno da 30EUR a oltre 500EUR. Sono dotati di attrezzature professionali per poter essere utilizzati in studi legali, studi medici, agenzie di traduzione e ospedali – ma naturalmente vengono utilizzati anche per riunioni e conferenze in ufficio. La maggior parte delle nostre apparecchiature testate rientra in questa categoria. Abbiamo compilato una panoramica dei vincitori del test tra le macchine dettatrici.

Anche di una dimensione più grande, ma in realtà rivolte alle agenzie di traduzione professionale e ai pool di dattilografi, sono le stazioni di dettatura stazionaria.

4. Accumulatore o batteria

L’accumulatore o la batteria non sono determinanti solo per il tempo di funzionamento, ma anche per il comportamento d’uso. Molti dispositivi si basano su batterie sostituibili e ricaricabili. In questo caso, potete farne scorta e non vi mancherà il fiato anche durante lunghi viaggi all’aperto o riunioni. Diventa un po‘ più complicato con le batterie ricaricabili interne, queste dipendono necessariamente da una fonte di alimentazione, di solito non hanno tempi di funzionamento così lunghi e di solito non possono essere sostituite facilmente.
Si consigliano pertanto apparecchi con batterie esterne ricaricabili e sostituibili rapidamente.

5. Memoria

Fast alle Modelle lassen sich seitlich mit einer Speicherkarte aufrüsten

Quasi tutti i modelli possono essere aggiornati lateralmente con una scheda di memoria

Un altro criterio importante è naturalmente la dimensione della memoria. Indica quante ore si possono registrare. Con le macchine di dettatura analogica, la lunghezza del nastro della (mini)cassetta è decisiva. I dispositivi digitali, invece, si basano sulla memoria interna (di solito 1GB – 8GB) e anche su schede di memoria opzionali. Naturalmente, il tempo di registrazione dipende anche dalla dimensione del file e dalla sua qualità (di più su questo in seguito) – ma come regola generale, più capacità di memorizzazione si ha, meno si incontrano limitazioni. Assicuratevi quindi che la vostra macchina di dettatura sia espandibile con una scheda di memoria, se possibile.

Abbiamo preparato per voi una panoramica delle schede di memoria adatte e delle buone offerte.

6. Qualità di registrazione

Molte macchine di dettatura offrono diverse qualità di registrazione. Qui si dovrebbe considerare fin dall’inizio il livello di qualità che si vuole raggiungere alla fine. L’abbreviazione HQ sta per registrazioni più brevi con una qualità audio molto elevata. Questo è ottimale per le tipiche registrazioni musicali, ad esempio, ma richiede molto spazio di memoria sul dispositivo (si consiglia l’espansione della scheda di memoria). SP è l’acronimo di registrazioni un po‘ più lunghe in qualità media. Scenari tipici di questo tipo sono le riunioni e i congressi che dovrebbero essere registrati con una buona e comprensibile immagine sonora. LP è l’acronimo di registrazioni molto lunghe con una qualità audio più scadente. Questo è sufficiente per brevi promemoria, note vocali o lezioni che dovrebbero essere semplicemente registrate.

Il punto è che non c’è „buono“ o „cattivo“, ma semplicemente inappropriato. Dovreste decidere individualmente per i vostri scopi quale formato si adatta meglio.

7. Tecnologia di compressione

I produttori di registratori vocali offrono diversi livelli di compressione per le diverse esigenze, qualità del suono e dimensioni dei file. I tre più comuni sono MP3, WAV e WMA – ma esistono anche codec audio proprietari che richiedono un software speciale per la riproduzione su altri sistemi.
In generale, dovreste decidere voi stessi cosa volete fare con l’apparecchio. Per le normali registrazioni vocali è sufficiente il classico MP3. Con 128 kBit/s si ottiene una piacevole immagine sonora. Per le sfumature più fini o anche la musica, tuttavia, si dovrebbe puntare a 256 kBit/s o anche 320 kBit/s. L’MP3 viene compresso quando viene salvato, il che si traduce sempre in una certa perdita di qualità ma anche in dimensioni di file più piccole.
I file WAV non sono compressi. Offrono una qualità del suono costantemente buona, ma occupano anche molto spazio sul dispositivo.
Un buon mix è il nuovissimo formato DSS o DSS-Pro. Anche in questo caso viene utilizzata la compressione, ma è appositamente ottimizzata per le registrazioni vocali. Inoltre, questo formato vi dà la possibilità di modificare i vostri promemoria vocali in molti modi (ad es. inserendo le registrazioni al centro del mix). A nostro parere, lo standard DSS è il più flessibile in molti casi – tuttavia, a causa dei costi di licenza più elevati, raramente viene offerto.

Il formato WMA come formato specifico per Windows non è più così comune oggi.

Potete trovare maggiori informazioni nel nostro corrispondente articolo sui formati di registrazione.

8. Connessioni

Klinkenanschlüsse bei einem Diktiergerät - für dein Headset

Connettori a jack su una macchina di dettatura – per le vostre cuffie

Quasi tutti i dispositivi di dettatura hanno in comune il fatto di avere una porta USB. Ciò consente di trasferire i file vocali al PC e talvolta anche di ricaricare la batteria interna. Inoltre, molti dispositivi hanno anche un jack per le cuffie in modo da poter ascoltare i propri memo vocali e (su buoni modelli) la musica.

Alcuni modelli di fascia alta hanno anche un ingresso microfonico per microfoni esterni. Soprattutto quando si parla con più di una persona a distanza (incontri, seminari, conferenze), questi spesso aumentano notevolmente la qualità del suono.

9. Ulteriori possibilità di lavorazione

A seconda della procedura di registrazione, molte macchine di dettatura offrono una varietà di ulteriori funzioni di elaborazione. I semplici dispositivi di dettatura in formato MP3 sono di solito in grado solo di riavvolgere e sovrascrivere. Con il formato DSS è possibile aggiungere informazioni, allegati o note vocali tra i memo esistenti. Molte macchine di dettatura vi aiutano ad archiviare i vostri promemoria con cartelle ben disposte (alcune delle quali possono essere nominate da voi stessi) o almeno con un ordinamento cronologico. Inoltre, ci sono opzioni per saltare direttamente ai capitoli o ai punti importanti della registrazione utilizzando gli indicatori di indice impostati da voi stessi.

Dopo il trasferimento, il post-processing o la scrittura automatica sul PC è spesso comune. Abbiamo anche testato un software di dettatura adatto a questo scopo.


Di seguito sono elencati alcuni buoni modelli, che possiamo consigliarvi in base alle nostre esperienze di prova:

Philips Voice Tracer DVT1110

  • Il tracciatore vocale economico per i principianti
  • Produttore: Philips
  • Espansione di memoria: -
  • Durata della registrazione: fino a max. 23 ore (SP) o 17 ore (HQ)
  • Modalità di registrazione: SP, HQ
  • Batteria / accumulatore: 2 batterie AAA (incluse)
  • Peso: 60g
  • Caratteristiche speciali: 2 modalità di registrazione, funzionamento intuitivo, struttura sofisticata delle cartelle

Olympus WS853

  • Il tuttofare con una buona qualità del suono
  • Produttore: Olympus
  • Espansione di memoria: Micro-SD (max 32GB)
  • Durata della registrazione: fino a max. 2080 ore (memoria interna) / fino a max. 8480 ore (con scheda di memoria da 32GB)
  • Modalità di registrazione:5 Scene: Dettatura, riunione, duplicazione, registrazione telefonica, DNS (+ impostazioni per la riduzione del rumore, filtro Low Cut e qualità).
  • Batteria / accumulatore: 2 batterie AAA (incluse)
  • Peso: 77g
  • Caratteristiche speciali: batterie esterne, molte impostazioni, buon suono, memoria espandibile

Philips Digital Voice Tracer 6010

  • La super qualità della voce incontra un design eccezionale.
  • Produttore: Philips
  • Espansione di memoria: Micro-SD (max 32GB)
  • Durata della registrazione: fino a max. 2.151 ore (memoria interna)
  • Modalità di registrazione:LP, SP, HQ, SHQ, PCM Modus
  • Batteria / accumulatore: batteria interna ai polimeri di litio ad alte prestazioni
  • Peso: 84g
  • Caratteristiche speciali: Formato DSS per inserti vocali, super suono, display a colori ad alta risoluzione, alloggiamento molto nobile